Si riparte tornando in sella

I tempi del lockdown sono stati interminabili. Intere giornate chiusi in casa, a pensare, a riscoprire qualità manuali e a far domande per il domani.

Ora si sta ripartendo, ma con quali consapevolezze? Nei mesi del blocco dell’economica, si è scoperto che l’inquinamento è diminuito di circa il 68%. Il pianeta ha respirato con beneficio di tutti. L’aria nelle città è tornata leggera, facile da respirare e anche silenziosa. Le strade prive di traffico e di rumori molesti.

Tutto questo è stato apprezzato dai residenti nelle città, nei centri storici e corsi principali, ma è da questa nuova consapevolezza che è esploso l’interesse verso i veicoli eco-sostenibili, cioè verso le biciclette e i monopattini.

Tornano alla ribalta le vecchie è care biciclette! Sono una moda? Sono utili? Si tratta di un momento? In base alle dichiarazioni, alle indagini di mercato che sono ripartite non appena è terminato il lockdown, i consumatori vogliono avere veicoli più eco sostenibili.

Le biciclette sono veicoli che regalano tanti vantaggi, sia fisici che anche di spostamento. Iniziamo a valutare l’utilizzo delle biciclette per il benessere.

Pedalare per andare al lavoro o per fare la spesa, permette di:

  • Tonificare il cuore
  • Migliorare la circolazione sanguigna
  • Riequilibrare il metabolismo
  • Smaltire i chili in eccesso
  • Allenare e tonificare gambe, fianchi e cosce
  • Migliorare la postura

Si sa che fare una buona pedalata permette di rimanere in forma. Specialmente dopo tutti questi mesi di “fermo” e di confinamento in casa, è giunto il momento di ritornare a muoversi e muoversi divertendo.

Usare la bicicletta per lo spostamento, porta ad avere altri benefici, come:

  • Raggiungere il luogo di lavoro
  • Evitare ore e ore di blocco nel traffico
  • Parcheggiare facilmente, senza pagare il pedaggio del parcheggio dell’auto
  • Arrivare direttamente presso i negozi dove si devono fare acquisti
  • Usare corsie preferenziali che abbreviano i tempi di percorrenza
  • Risparmiare su benzina, diesel e altri combustibili
  • Non avere spese di manutenzioni annuali

Usare delle biciclette permette di avere un ritorno economico. In che modo? In base alle dichiarazioni ISTAT, si è certificato che una famiglia che possiede un’auto spende circa 600 euro all’anno tra manutenzioni, combustibili e revisioni da fare. Denaro che ci torna in tasca.

Biciclette a monopattini: veicoli eco sostenibili

Le biciclette e i monopattini, che sono molto usati anche dai ragazzi per andare a scuola, sono veicoli eco sostenibili.

L’Italia sta notando che effettivamente, le città che sono green, cioè dove le domeniche si limita il traffico e si ha la giornata “ecologica”, i benefici ambientali sono tantissimi.

I centri storici che permettono solo il passaggio pedonale o l’uso di biciclette e monopattini, creano un’atmosfera diversa, un ottimo silenzio ambientale e valorizzano i monumenti che ci sono. Ovviamente è solo un esempio di come sia importante usare e tornare ad usare questi veicoli.

Il lockdown ha mostrato che se tutti noi usiamo dei veicoli eco sostenibili, come le biciclette e i monopattini, possiamo fare tanto per l’ambiente, ma anche per noi stessi.

Tra l’altro, l’utilizzo delle biciclette o i monopattini ha eliminato l’inquinamento acustico, che spesso viene sottovalutato. I rumori del traffico, clacson, auto che sfrecciano a tutta velocità, incidenti e a rombi di motore, sono dannosi per la salute mentale delle persone, ma anche per gli immobili.

Ogni anno ci sono circa 40.000 persone che sviluppano malattie di stress ed esaurimento nervoso a causa di questo inquinamento acustico. Usando delle biciclette o i monopattini, si ha una limitazione dei rumori tipici del traffico, eliminando lo stress mentale. Si dorme bene e si riposa anche meglio.

Inoltre, il traffico provoca delle vibrazioni che sono continuative sulle strade e che penetrano nel terreno. Il risultato di questo movimento è anche quello di danneggiare e velocizzare i movimenti immobiliari.

Tutto questo si risolve con l’utilizzo di veicoli eco sostenibili, quindi: Torniamo a spostarci in sella a biciclette o monopattini.

Bicicletta, quale scegliere?

Comprare una bicicletta non è una scelta facile. Prima di tutto nei negozi hanno dei prezzi altissimi per i modelli che sono comunque di media buona qualità. Infatti si consiglia di rivolgersi ad un acquisto di biciclette o monopattini all’asta, ma prima di parlare di questo, cerchiamo di evidenziare i consigli utili per trovare il modello adatto a noi e alle nostre esigenze.

Si deve scegliere il giusto modello e altezza, per questo esistono i modelli da:

  • Uomo
  • Donna
  • Bambino
  • Adolescente

Perché hanno già delle altezze studiate per andare incontro alle esigenze dei consumatori. L’altezza del telaio non è tutto. In una bicicletta si deve valutare anche l’altezza del sellino. Una buona estensione di questo appoggio, permette di avere una corretta posizione in fase di pedalata.

Secondo punto importante: per cosa userete maggiormente la bicicletta o il monopattino? Per lunghe tratte e spostamenti in salita, meglio scegliere dei modelli leggeri, ma stabili nel telaio. Per passeggiate rilassanti o per fare shopping, allora potete preferire per modelli che sono più pesanti, ma che sono molto equilibrati.

Non seguite assolutamente la moda, nel senso che ci sono tanti modelli che possono essere pubblicizzati, ma la bicicletta o il monopattino, deve essere adatto a voi e non comprato perché è di tendenza.

Leggere e sportive o meglio graziose e stabili?

Preferire le biciclette leggere, ha dei pro e dei contro. I modelli della mountain bike, Cinelli, Giant, De Rosa e Cipollini, sono molto venduti. Quali sono i vantaggi delle biciclette leggere e sportive?

Come suggerisce il termine stesso, sono leggere, la pedalata è sicuramente facile, non si soffre di affaticamenti e sono scattanti sia nel traffico come anche per le salite. Hanno dei contro. Essendo troppo leggere, sono difficili da controllare nelle frenate impreviste, sono poco equilibrate e si sbilanciano in fase di frenata.

Le biciclette che sono graziose e stabili, come i modelli all’inglesina o la classica “Graziella”, hanno il vantaggio di essere molto stabili, sia in pedalata che in frenata. Si controllano facilmente in discesa. Ideali per la postura, poiché si rimane dritti con la schiena. Sono molto comode per fare shopping. Il cestino permette di essere usato come vano di trasporto e, la loro pesantezza, aiuta a equilibrare i movimenti.

Lo svantaggio delle biciclette da passeggio e che sono pesanti nella pedalata e in salita. Tuttavia sono realmente consigliatissime.

Ci sono poi modelli pieghevoli, che possiamo trasportare anche in treno, oppure modelli elettrici, perfetti per lunghissimi chilometri di viaggio ogni giorno.

L’evoluzione dei nuovi materiali

L’attenzione principale che si deve avere per quanto riguarda l’acquisto di biciclette o di monopattini, è quello rivolto ai materiali.

Brevemente possiamo dare degli indizi per scegliere la propria tipologia di bicicletta in base ai materiali, magari proprio ricercando determinate caratteristiche per una vendita all’asta.

L’acciaio dura negli anni. Poco costoso e usato nella costruzione di molti telai di biciclette. Possiamo citare la Hi-ten, Chromoly e Columbus, composte di acciaio che durano anche per oltre 50 anni.

Le biciclette in alluminio sono quelle maggiormente usate perché poco costose. Sono versatili, leggere, ma con vita molto breve.

Passiamo a biciclette di un altro “calibro” come quelle in matrice metallica. Parliamo di un telaio in alluminio rivestito con superfici in ceramica. La qualità è molto alta, resistente negli anni, leggera e molto stabile. Si parla di un veicolo molto più costoso. Per questo conviene anche comprarla all’asta, per vare qualità a prezzi convenienti.

Per le biciclette che sono professionali parliamo di Fibra di Carbonio. Nell’ingegneria aerea e spaziale, la fibra di carbonio è largamente usata, ma oggi la troviamo usatissima per la costruzione di veicoli a due ruote ed eco sostenibili.

Ultra resistente, particolarmente resistente, con una buona compattezza e anche molto forte nel resistere agli urti. Attenzione che i costi sono molto più alti rispetto ad altri modelli. Per comprare una bicicletta in fibra di carbonio, rivoltevi al mercato delle aste perché troverete buona qualità certificata.

Infine c’è il materiale in titanio. Già avete capito che parliamo di modelli di altissima qualità, consigliata per gli sportivi o per gli amanti del ciclismo. Il materiale non ha pecche, solo vantaggi. Leggero, resistente, facile da manovrare, dura negli anni e non necessita di manutenzione. Solo che è costosissimo!

Problemi di budget? Compriamola all’asta

Avete un budget limitato? Desiderate comprare una bicicletta perché avete capito che è il veicolo eco sostenibile adatto a voi?

Sapete cosa dovete fare? Non scendere a compromessi! Non dovete accontentarvi di modelli di biciclette che sono commerciali, di scarsa qualità e che non vi aiutano a fare pedalate facili, ma anzi, sono molto complesse da gestire e guidare.

Le aste sono la soluzione perfetta per avere qualità a prezzi convenienti. Il mercato delle aste aiuta gli utenti a comprare dei modelli di biciclette che sono certificati, dove la proposta è varia con una specificazione riguardo alle certificazioni dei materiali.

In un’asta si può decidere di spendere tutto il proprio budget, rilanciare fino a raggiungere una spesa limite, vincere la bicicletta che si desira, potendo risparmiare fino al 35% rispetto ai negozi.

Infine, ma non meno importante, tramite un’asta potete scegliere modelli di bicicletta che sono sportive, da passeggiata, da collezione, d’epoca, da bambino o bambina e magari anche da restaurare, se avete questa passione.

Cos’altro aspettare? Provate e trovate la bicicletta o il monopattino adatto a voi!